Calcoli alla colecisti: al Policlinico Abano arriva il nuovo percorso “rapido”

Al Policlinico Abano di Abano Terme, è stata lanciata un’iniziativa significativa per ridurre i tempi d’attesa dei pazienti con calcoli della colecisti o delle vie biliari. Il 2024 inizia con un passo importante nella cura gastroenterologica e chirurgica grazie a un percorso veloce, noto come “fast track“.

L’Ingresso del Professore Fabio Farinati e collaborazioni interdipartimentali

Il progetto è stato possibile grazie all’arrivo del professor Fabio Farinati, in collaborazione con il team della Chirurgia Generale diretta dal dottor Paolo Parise con l’equipe di Endoscopia coordinata dal dottor Vincenzo Palombo e con il team di Radiologia – Diagnostica per Immagini, diretta dalla dottoressa Xenia Raspanti.

Farinati, già a capo del Dipartimento di Scienze Chirurgiche, Oncologiche e Gastroenterologiche e dell’Unità Operativa Complessa di Gastroenterologia dell’Azienda Ospedaliera Università di Padova, apporta una vasta esperienza in gastroenterologia e in particolare nella gestione della calcolosi sintomatica della colecisti e vie biliari.

Dettagli del Percorso “Fast Track” per il trattamento dei calcoli della colecisti e vie biliari

Il “fast track” è progettato sia per i pazienti in Pronto Soccorso sia per quelli in ambulatorio.

Il professor Farinati spiega: “Il percorso rapido – spiega il professor Farinati – vedrà coinvolti i colleghi radiologi della Casa di Cura, diretti dalla dottoressa Xenia Raspanti, per una diagnosi ecografica e, ove necessario, conferma in risonanza magnetica della patologia, gli endoscopisti, coordinati dal dottor Palombo, per l’eventuale trattamento endoscopico della calcolosi della via biliare, di cui si occupa anche il dottor Maurizio Zilli, il gastroenterologo e la Chirurgia Generale.

Il responsabile dell’U.O. di Chirurgia Generale, dottor Parise, ha dato la sua disponibilità a una presa in carico rapida del paziente e, se indicato, a portarlo all’intervento in tempi estremamente veloci”

Altre iniziative sono in fase di sviluppo per trattare patologie come pancreatiti acute da calcoli e diverticoliti acute. Farinati sottolinea l’importanza di percorsi basati su algoritmi per ridurre i tempi d’attesa e aumentare l’efficacia degli interventi diagnostico-terapeutici.

I Calcoli della Colecisti

I calcoli della colecisti, comuni in circa il 15% della popolazione occidentale, possono variare in dimensioni e quantità.

“Le patologie della colecisti – specifica il professor Farinati – sono molto frequenti, benigne e trattabili in assoluta sicurezza soprattutto in centri dedicati. E’ molto importante che i pazienti sappiano che si tratta di problematiche benigne ma non banali in quanto, se non trattate, possono avere conseguenze di estrema gravità, anche mortale. Per evitare anche complicanze chirurgiche è molto importante sottoporsi nei tempi giusti all’intervento, che è l’unico trattamento della calcolosi della colecisti”.

Le dimensioni dei calcoli alla colecisti possono variare da pochi millimetri a qualche centimetro, così come la quantità (singoli o multipli). La sintomatologia più tipica è rappresentata dalla colica biliare caratterizzata da dolore addominale, spesso localizzato al di sotto dell’arcata costale destra (ipocondrio) e talvolta irradiato alla spalla destra, insorgente dopo i pasti, a volte notturno, accompagnato da nausea e vomito.

“Particolare attenzione – conclude lo specialista – va prestata ai calcoli multipli di piccole dimensioni (microlitiasi) o ai calcoli molto grossi, di 2-3 centimetri. I primi possono passare direttamente dalla colecisti nella via biliare principale creando possibili gravi conseguenze quale l’ittero o la pancreatite acuta, malattia molto grave gravata da un tasso non indifferente di mortalità, i secondi possono dare un’infiammazione cronica della colecisti che può anche degenerare in neoplasie”.

Altri di questo autore

Protesi Hi-Tech sensibili al calore: innovazione all’Università e Politecnico di Bari

Le protesi del futuro, capaci di riprodurre il senso del tatto, del calore e del freddo, sono in fase...

Reflusso gastroesofageo: quali i migliori rimedi?

Oggi celebriamo la Giornata Mondiale della Salute Digestiva, un'occasione importante per sensibilizzare sull'importanza della salute digestiva come tassello per...

Circular Medical Expo: l’innovazione biomedica a Padova

La prima edizione della Circular Medical Expo, un evento dedicato all'innovazione nel settore biomedicale, si terrà il 18 e...

Protesi Hi-Tech sensibili al calore: innovazione all’Università e Politecnico di Bari

Le protesi del futuro, capaci di riprodurre il senso del tatto, del calore e del freddo, sono in fase...

Reflusso gastroesofageo: quali i migliori rimedi?

Oggi celebriamo la Giornata Mondiale della Salute Digestiva, un'occasione importante per sensibilizzare sull'importanza della salute digestiva come tassello per...

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Articoli correlati

Inserzione pubblicitaria

Gli ultimi articoli

Caduta dei capelli: quando bisogna preoccuparsi?

La caduta dei capelli è un processo naturale, stagionale e fisiologico che riguarda tutte le persone.  Il capello è formato da un ciclo di vita che si articola in crescita, transizione e caduta. Non bisogna preoccuparsi quando si nota una perdita moderata di capelli in doccia, sul cuscino del letto o tra i denti del pettine.

Protesi Hi-Tech sensibili al calore: innovazione all’Università e Politecnico di Bari

Le protesi del futuro, capaci di riprodurre il senso del tatto, del calore e del freddo, sono in fase di studio al Dipartimento di...

Reflusso gastroesofageo: quali i migliori rimedi?

Oggi celebriamo la Giornata Mondiale della Salute Digestiva, un'occasione importante per sensibilizzare sull'importanza della salute digestiva come tassello per il benessere globale della persona....

Non ti vuoi perdere i prossimi articoli?

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere, una volta al mese, la nostra selezione dei contenuti più interessanti!

Inserendo la mail accetti la Privacy Policy: ti terremo informato sui nostri prossimi contenuti. NON cederemo mai il tuo indirizzo a terzi.

Ti è piaciuto questo articolo? 
Non perderti i prossimi!

Iscriviti alla newsletter per essere informato sulle prossime uscite e sulle iniziative esclusive a tema salute e medicina, riservate ai nostri iscritti.

Non cederemo mai il tuo indirizzo a terzi.