I trend della Digital Health per il 2022

Oggi si parla sempre più di Digital Health, Salute Digitale, su misura, responsive, capace di adattarsi velocemente ai tempi che cambiano. Il sito web MioDottore, piattaforma per prenotazione online di visite mediche, ha fatto il punto sui trend della Digital Health per il 2022: un’analisi del cambiamento avvenuto negli ultimi dodici mesi nell’ambito delle tecnologie e della loro evoluzione. L’idea è quella di delineare strumenti e idee per la Salute Digitale nel 2022.

Con il passare degli anni, le esigenze di medici e pazienti sono cambiate. La digitalizzazione e la tecnologia hanno profondamente cambiato le nostre abitudini sanitarie. Da una parte i medici cercano sempre più di ottimizzare i tempi, per guadagnare tempo da dedicare ai pazienti, cercando strumenti tecnologici per delegare i processi e le mansioni più ripetitive. Dall’altra i pazienti, invece, sembrano ricercare delle modalità molto più dirette e personalizzate per comunicare con i professionisti sanitari, una volontà di trovare servizi “su misura” per ogni singola specificità.

Un cambiamento forzato

Come sappiamo, l’emergenza sanitaria causata dalla pandemia da COVID-19, ha portato noi tutti a dover affrontare nuove sfide. Una “tempesta” che ha impattato violentemente sui nostri stili di vita e sulle nostre abitudini in diversi settori. Il primo fra questi è sicuramente la salute, dove la cosiddetta normalità è stata completamente stravolta. In questo campo la tecnologia e i suoi servizi sono stati di grande aiuto. Ad esempio, nel campo della telemedicina, dove ha permesso a molti dottori di continuare a visitare e ad avere un colloquio con i propri pazienti anche nei periodi più duri del lockdown o durante la quarantena. 

Anche per questo si è cercato di analizzare i trend tecnologici, per capire quale sarà l’evoluzione della salute e come cambierà il nostro metodo d’approccio ai vari professionisti sanitari e alle loro specialità.

Intelligenza Artificiale (IA)

Una parola chiave in questo campo è algoritmo. Sono proprio questi schemi automatizzati che trasformeranno i modelli organizzativi e gestionali dell’assistenza sanitaria. Algoritmi che saranno in grado di gestire le cartelle cliniche digitalizzate dei pazienti per progettare piani terapeutici personalizzati.

L’IA può divenire un valido aiuto per la sanità, in particolare per migliorare i processi burocratici tradizionali migliorando l’esperienza sanitaria del paziente e dei suoi familiari. Intelligenza Artificiale che punta a diventare una parte integrante dell’esperienza terapeutica, anche attraverso il semplice utilizzo di strumenti come smartphone o smart-watch, anche con l’ausilio di assistenti personali virtuali rendendo il paziente sempre più coinvolto in tutte le fasi di cura.

Realtà Virtuale (VR)

I trend della digital health per il 2022

Questa simulazione della realtà, in un futuro prossimo, potrebbe divenire uno strumento essenziale sia dal lato medico che per i pazienti. Ad esempio, una delle possibili applicazioni per i medici potrebbe essere quella di aiutare molti giovani chirurghi nel simulare operazioni complesse in totale sicurezza. Oppure, per i giovani studenti di medicina, il suo utilizzo potrebbe sostituire parte dello studio sui libri per accumulare esperienza (anche se virtuale) su come è composto e funziona il corpo umano.

Per i pazienti invece si potrebbe ipotizzare un suo uso specialmente nelle lunghe degenze in ospedale. Tramite la realtà virtuale si potrebbe simulare la propria casa e magari vedere in diretta i propri cari, attenuando così la sofferenza emotiva causata dalla permanenza nella struttura ospedaliera.

Realtà Aumentata (AR) 

A differenza della tecnologia VR, la realtà aumentata non ci fa perdere il contatto con il reale, ma appunto, lo aumenta con l’aggiunta di informazioni utili o rappresentazioni in 3D. Tramite l’utilizzo di device specifici come gli smart-glasses (occhiali smart), o semplicemente usando uno smartphone, si possono “proiettare” sull’ambiente circostante informazioni o immagini in base al contesto in cui ci si trova.

In campo medico questo potrebbe semplificare la comunicazione medico paziente favorendone l’educazione. Un esempio potrebbe essere la rappresentazione in 3D del funzionamento di un farmaco o di uno strumento medicale. Così si potrebbe evitare all’utente di consultare foglietti illustrativi o istruzioni, che spesso sono scritti con gergo tecnico, adatto solo per gli addetti ai lavori.

Tracker, wearable e sensori

I trend della Digital Health per il 2022

Oggi, in commercio, esistono moltissimi tipologie di device piccoli, pratici e spesso indossabili, che ci permettono di monitorare alcuni parametri relativi alla nostra salute. Una tendenza che anche nel 2022 sembra non volersi arrestare, anche grazie allo sviluppo di nuove applicazioni per smartphone che interagiscono con questi device. Le cosiddette health apps che riescono a tenere sotto controllo ad esempio, il peso corporeo, l’assunzione di liquidi, l’ossigenazione del sangue o il battito cardiaco.

Dispositivi indossabili che stanno già rivoluzionando il rapporto con i propri medici, tanto che alcune app specifiche riescono a comunicare direttamente con i servizi di pronto soccorso in caso di emergenze, oppure, come nel caso del diabete, riescono a comunicare con il medico, così che si possa personalizzare sempre più la terapia in ogni momento, come vi abbiamo parlato in questo articolo.

Robotica 

I trend della Digital Health per il 2022

È uno dei settori in più grande crescita che sta già cambiando lo scenario sanitario per professionisti e pazienti in tutto il mondo. Nell’ambito della Digital Health, la robotica si è dimostrata un aiuto incredibile, ad esempio in chirurgia, divenendo un supporto eccezionale per gli specialisti del settore. Operazioni che diventano sempre più precise e innovative, anche grazie alla fusione con la realtà virtuale che, nel prossimo futuro, permetterà ai chirurghi di operare anche da remoto attraverso le macchine.

Per i pazienti invece, la robotica è diventata indispensabile, specialmente per chi è affetto da problemi motori o da paralisi. Inoltre, anche la salute mentale è toccata da questo campo, grazie alla progettazione di robot da compagnia per persone sole o affette da disturbi mentali. Robot che si rendono utili anche solo per ricordare loro di assumere farmaci o per programmare uno spettacolo da far vedere alla tv.

I trend della Digital Health per il 2022

Animazioni/stampe 3D 

Un altro ambito che in qualche modo è riuscito a “valorizzarsi” durante l’emergenza COVID-19 è stato quello della stampa 3D. Una risorsa divenuta fondamentale per affrontare l’emergenza sanitaria. Ma non solo, il futuro della stampa 3D ci mostra come si potranno addirittura stampare parti di organi con materiali organici, oppure si semplificherà l’accesso a dispositivi come protesi o piccoli esoscheletri. Un esempio già presente sul mercato è Playcast, l’innovativo gesso stampato in 3D con della plastica riciclata, che promette di rivoluzionare la cura degli arti fratturati, di cui vi avevamo parlato in questo articolo.

Le animazioni 3D, come la realtà aumentata e virtuale, potranno diventare un sistema di supporto e d’educazione per gli operatori sanitari, per chiarire ai pazienti le loro condizioni di salute.

Ricerche digitali e salute

Un passaggio verso il digitale segnalato anche dalle ricerche online sulla salute. Dai dati emersi dal report di Bain & Company (società di consulenza strategica statunitense), in collaborazione con Google, nel 2020, le ricerche online sulla salute in Italia sono state quattro miliardi. Un tasso di crescita medio del 14% che posiziona l’Italia subito dietro Stati Uniti e Gran Bretagna, prima di Francia, Germania e Spagna. 

Un futuro che diventa sempre più vicino, tecnologie e strumenti sempre più avanzati che ci permetteranno di vivere meglio e vivere più a lungo. Nella speranza che questi trend diventino effettivamente realtà, così da poter divenire un insostituibile aiuto sia per i medici che per i pazienti.

Altri di questo autore

Vaiolo delle scimmie, identificato il primo caso in Italia all’Istituto Spallanzani di Roma

Individuato all'Istituto Spallanzani di Roma il primo caso italiano di vaiolo delle scimmie. Il virologo Pregliasco: «Niente allarmismi»

Epatite acuta dei bambini: quali sono i sintomi? Qual è la situazione in Italia?

Un nuovo allarme per i centri pediatrici di tutta Europa. Crescono i casi, anche in Italia, di epatite acuta dei bambini

Tumore alle ovaie: come si sviluppa? Le nuove scoperte dello IEO

Il tumore alle ovaie, una nuova scoperta dei ricercatori IEO svela come nasce e si sviluppa e favorirà nuove terapie mirate

Vaiolo delle scimmie, identificato il primo caso in Italia all’Istituto Spallanzani di Roma

Individuato all'Istituto Spallanzani di Roma il primo caso italiano di vaiolo delle scimmie. Il virologo Pregliasco: «Niente allarmismi»

Epatite acuta dei bambini: quali sono i sintomi? Qual è la situazione in Italia?

Un nuovo allarme per i centri pediatrici di tutta Europa. Crescono i casi, anche in Italia, di epatite acuta dei bambini

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Articoli correlati

Inserzione pubblicitaria

Gli ultimi articoli

Vaiolo delle scimmie, identificato il primo caso in Italia all’Istituto Spallanzani di Roma

Individuato all'Istituto Spallanzani di Roma il primo caso italiano di vaiolo delle scimmie. Il virologo Pregliasco: «Niente allarmismi»

Dì Salute Weekend: salute, prevenzione e visite mediche gratuite per tutti

Dì Salute Weekend, sabato 14 e domenica 15 maggio, due giornate dedicate alla salute e al benessere con visite e screening gratuiti

Giocare in anticipo per prevenire il linfedema post chirurgico

Il linfedema, una patologia che colpisce sopratutto chi ha subito un intervento chirurgo oncologico. Ne parliamo con gli esperti di Clinica Linfologica Italiana

Non ti vuoi perdere i prossimi articoli?

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere, una volta al mese, la nostra selezione dei contenuti più interessanti!

Inserendo la mail accetti la Privacy Policy: ti terremo informato sui nostri prossimi contenuti. NON cederemo mai il tuo indirizzo a terzi.

Ti è piaciuto questo articolo? 
Non perderti i prossimi!

Iscriviti alla newsletter per essere informato sulle prossime uscite e sulle iniziative esclusive a tema salute e medicina, riservate ai nostri iscritti.

Non cederemo mai il tuo indirizzo a terzi.