Alimentazione nel diabete: l’impatto negativo dei cibi ultra-processati sulla salute

Seguire una corretta alimentazione è una delle principali sfide per le persone con diabete di tipo 2. Oltre alla consueta attenzione verso le calorie e i nutrienti contenuti nei vari alimenti, un nuovo studio ha evidenziato l’importanza del grado di lavorazione degli alimenti. La ricerca, condotta dall’IRCCS Neuromed di Pozzilli, ha rilevato che il consumo eccessivo di cibi ultra-processati può aumentare il rischio di mortalità per le persone con diabete, indipendentemente dalla qualità nutrizionale della dieta, mettendo in luce la necessità di valutare attentamente l’impiego di questi alimenti nella gestione del diabete di tipo 2.

La ricerca che mette in luce il rischio dei cibi ultra-processati

Lo studio, condotto dal Dipartimento di Epidemiologia e Prevenzione dell’I.R.C.C.S. Neuromed di Pozzilli, ha analizzato il rapporto tra l’assunzione di cibi ultra-processati e il rischio di mortalità nelle persone con diabete di tipo 2. Questi alimenti, sottoposti a intensa lavorazione, spesso di natura industriale, sono noti per il loro impatto negativo sulla salute della popolazione generale. Tuttavia, la ricerca si è concentrata su come questi alimenti influenzino specificamente le persone con diabete di tipo 2, considerate particolarmente vulnerabili.

Gli alimenti ultra-processati e il loro effetto sulla salute

Gli alimenti ultra-processati sono prodotti che hanno subito processi di trasformazione intensi, utilizzando spesso sostanze insolite in cucina e contenendo una serie di additivi, come coloranti, conservanti ed edulcoranti. Questi alimenti sono presenti in molte forme, tra cui snack confezionati, bevande zuccherate, pasti pronti per il consumo e cibi fast-food. Tuttavia, la ricerca ha rivelato che il livello di lavorazione può essere riscontrato anche in cibi considerati più salutari, come yogurt alla frutta, cereali per la colazione, cracker e sostituti vegetali della carne.

I risultati dello studio sull’alimentazione industriale nel diabete

La ricerca ha coinvolto 1.066 partecipanti affetti da diabete di tipo 2, monitorando il loro stato di salute per un periodo di 12 anni. I risultati hanno rivelato che un elevato consumo di cibi ultra-processati è associato a un aumento sostanziale del rischio di mortalità, sia per malattie cardiovascolari che per tutte le altre cause. Questo aumento di rischio è indipendente dalla qualità nutrizionale della dieta seguita, compresa l’aderenza alla Dieta Mediterranea, nota per i suoi benefici per la salute.

Il rischio per le persone con diabete

In particolare, le persone con diabete di tipo 2 che consumano quantità elevate di cibi ultra-processati presentano un rischio di mortalità per ogni causa del 60% più alto rispetto a coloro che ne consumano quantità minori. Il rischio di mortalità per malattie cardiovascolari, già più elevato nelle persone con diabete, risulta essere più che raddoppiato in presenza di una dieta ricca di alimenti ultra-processati. Ciò significa che anche coloro che seguono una dieta generalmente sana, ma includono cibi ultra-processati, possono annullare i benefici di una buona alimentazione, aumentando notevolmente il rischio per la salute.

L’importanza dell’informazione per il consumatore

Un altro punto fondamentale riguarda l’informazione del consumatore. Per garantire una scelta consapevole e responsabile, le etichette e le indicazioni sui cibi dovrebbero contenere informazioni chiare e dettagliate riguardo al grado di lavorazione degli alimenti. Questo consentirebbe alle persone con diabete e a chiunque voglia seguire un’alimentazione sana di prendere decisioni informate sull’inclusione di cibi ultra-processati nella propria dieta.

Altri di questo autore

Tumore al seno: con la crioablazione si elimina il bisturi

La crioablazione emerge come una promettente alternativa alla classica chirurgia con bisturi per il trattamento del tumore al seno,...

Protesi Hi-Tech sensibili al calore: innovazione all’Università e Politecnico di Bari

Le protesi del futuro, capaci di riprodurre il senso del tatto, del calore e del freddo, sono in fase...

Reflusso gastroesofageo: quali i migliori rimedi?

Oggi celebriamo la Giornata Mondiale della Salute Digestiva, un'occasione importante per sensibilizzare sull'importanza della salute digestiva come tassello per...

Tumore al seno: con la crioablazione si elimina il bisturi

La crioablazione emerge come una promettente alternativa alla classica chirurgia con bisturi per il trattamento del tumore al seno,...

Protesi Hi-Tech sensibili al calore: innovazione all’Università e Politecnico di Bari

Le protesi del futuro, capaci di riprodurre il senso del tatto, del calore e del freddo, sono in fase...

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Articoli correlati

Inserzione pubblicitaria

Gli ultimi articoli

10 Anni di International Yoga Day: festa della Luce, della Connessione e della Trasformazione

Sono passati 10 anni da quel giugno 2014 quando l’Organizzazione delle Nazioni Unite (ONU) ha accolto la richiesta del premier indiano Narendra Modi di...

Tumore al seno: con la crioablazione si elimina il bisturi

La crioablazione emerge come una promettente alternativa alla classica chirurgia con bisturi per il trattamento del tumore al seno, di piccole dimensioni (fino a...

Italiani, popolo di sportivi tecnologici

Metà degli italiani pratica attività fisica e l'uso della tecnologia nel fitness è sempre più diffuso. Secondo un’indagine dell’Osservatorio Sanità di UniSalute e Nomisma,...

Non ti vuoi perdere i prossimi articoli?

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere, una volta al mese, la nostra selezione dei contenuti più interessanti!

Inserendo la mail accetti la Privacy Policy: ti terremo informato sui nostri prossimi contenuti. NON cederemo mai il tuo indirizzo a terzi.

Ti è piaciuto questo articolo? 
Non perderti i prossimi!

Iscriviti alla newsletter per essere informato sulle prossime uscite e sulle iniziative esclusive a tema salute e medicina, riservate ai nostri iscritti.

Non cederemo mai il tuo indirizzo a terzi.